Eclissi totale di super Luna nelle prime ore di lunedì

Regolare Commento Stampare

Per avere l'eclissi di Luna, occorre che quest'ultima si nasconda dalla luce del Sole dentro l'ombra della Terra; appare evidente che l'allineamento necessario tra i tre corpi è quello Sole-Terra-Luna, con il primo e l'ultima dunque visibili dalla Terra in direzioni opposte. Quindi la Luna entra nel cono d'ombra della Terra, dando origine alla fase di eclisse parziale: progressivamente la luce del disco lunare diminuisce sensibilmente. Anche perché in realtà esistono due diversi Coni: Nelle eclissi lunari il cono d'ombra proiettato dalla Terra è più ampio del diametro della Luna, ed è accompagnato da un cono ancora più ampio, detto cono di penombra, per il quale solo una parte dei raggi del Sole viene intercettata e bloccata dalla Terra. Un'eclissi si verifica solamente quando la Luna è in opposizione rispetto al Sole (plenilunio, la cosiddetta "Luna piena").

Di questo erano certi i Romani quando vedevano la luminosità dell'astro scomparire durante un'eclisse, divorata da misteriosi malefici. Quando comincia ad uscirne l'eclisse è parziale, fino all'uscita dal cono d'ombra, che sancisce la fine dell'eclisse parziale e l'ingresso nel cono di penombra.

Il Nord e il Sud America avranno la migliore visione della super "luna rosso sangue", ma anche europei e africani riusciranno a osservarla, tempo permettendo. Le circostanze dell'eclisse (calcolate per la città di Trieste) sono riportate nella tabella qui a fianco: con "circostanze" si intende il susseguirsi delle fasi e gli orari. Buona Luna a tutti!

Per vedere un'altra eclissi totale di Luna di cui sarà visibile tutta la fase di totalità bisognerà attendere il 31 dicembre 2028, mentre per la prossima eclisse totale di Luna visibile in tutte le sue fasi il 20 dicembre 2029.

Questa eclisse di Luna è stata soprannominata "Supermoon eclipse", un termine che a noi non piace molto, ma che sta ad indicare che la Luna si trova quasi al perigeo (punto più vicino alla Terra) e che quindi appare effettivamente circa il 5% più grande del normale: qualcosa di impercettibile ad occhio nudo.