Niccolò Bettarini chiede un milione di euro di danni per l'aggressione

Regolare Commento Stampare

L'ho pagata abbastanza gravemente, ma la mia vita è cambiata anche in meglio.

Ci aveva pensato però Gabriele Parpiglia a dare l'anticipazione sul suo profilo Instagram asserendo che Simona Ventura e Giovanni Terzi dopo anni di amicizia avevano deciso di frequentarsi anche se da pochissimo tempo. E nemmeno l'ex marito, che a Temptation è stato concorrente, ma che comunque non se la passa di certo male. Metà da pagare subito, l'altra metà successivamente. E dice che non incasserà la somma. Gli imputati, a giudizio con rito abbreviato, sono accusati di tentato omicidio. L'iter di primo grado, ormai, è alle battute finali: il pm Elio Ramondini oggi pomeriggio ha chiesto al giudice di condannare ciascuno degli imputati a 10 anni di reclusione.

A rischiare la pesante condanna sono Alessandro Ferzoco, Albano Jakej, Andi Arapi e Davide Caddeo: sarebbe stato quest'ultimo, secondo la procura, a sferrare le 8 coltellate a Bettarini. In particolare Perlino ha proposto di riqualificare l'imputazione in lesioni aggravate e in subordine di concedere al suo assistito le attenuanti generiche e quella del "reato diverso da quello voluto". "Ora sto bene e credo nella giustizia, sono nel momento in cui mi dico 'fatto 30, facciamo 31', nel senso che non bisogna cedere, ma andare avanti non perché questa cosa è successa a me, ma perchéqueste cose possono succedere a chiunque".

L'istanza di risarcimento è stata presentata mercoledì in aula da Alessandra Calabrò, avvocato del giovane, che si è poi associata alla richiesta dell'accusa dopo aver auspicato - martedì - "pene esemplari". E' strettamente legata alla tipologia di reato. "Quello che conta ha sottolineato l'avvocato - è che venga riconosciuta la responsabilità degli imputati per un episodio tanto grave". Più una presa di posizione per dimostrare che la giustizia può prevalere, che una richiesta di denaro effettiva.