Bambina suicida in Messico, è morta impiccata lasciando una lettera

Regolare Commento Stampare

Le parole che questa bimba ha lasciato come eredità del suo dolore sembrano dettate da un profondo senso di abbandono misto a colpa, lei stessa, 10 anni appena, presenta il suo suicidio come un regalo per la mamma. Voglio chiedere a mia madre di stare tranquilla e di non lavorare molto, il regalo migliore che posso chiedere è la sua felicità.

Stando a quanto si apprende dal quotidiano in questione, infatti, la bambina avrebbe scritto all'interno di questa lettera di essere profondamente addolorata per la vita di sua madre, e che se lei si fosse tolta la vita sarebbe stato il più grande regalo per quest'ultima da ricevere, dal momento che le diceva sempre che avrebbe preferito che non fosse mai nata.

Queste alcune delle parole lasciate su un foglio di carta nel giorno dei Three Kings Day o El Dia de Reyes, l'equivalente della nostra epifania.

Una bambina suicida lascia una lettera alla madre: "Mi hai sempre detto che volevi non fossi mai nata, ti accontenterò". La piccola ha lasciato una lettera per spiegare i motivi del suo gesto alla mamma, che l'accusava di essere la causa per cui il padre era andato via di casa.

A seguito di questo tragico suicidio da parte di una bambina di soli dieci anni, le forze dell'ordine messicane hanno avviato e stanno portando avanti delle indagini per comprendere a fondo la questione. La giovane ha concluso il suo commovente testo scrivendo che la sua speranza è che un giorno si ricorderà di lei e che quando anche lei sarà in cielo, finalmente, la abbraccerà.