Signorine Buonasera, reunion per il compleanno di Nicoletta

Regolare Commento Stampare

Una delle poche donne al mondo ritenute seducenti per il gesto innocente - e malandrino, secondo i fan - di mettere e togliere gli occhiali. Nicoletta Orsomando, la più famosa delle "signorine buonasera" compie 90 anni, è nata a Casapulla (Caserta) l'11 gennaio del 1929.

Paola Perissi (ancora oggi la sua immagine è fortemente legata all'Almanacco del giorno dopo). Lapidaria nei giudizi: "La tv è molto cambiata: in peggio naturalmente, forse proprio come l'Italia".

Il suo primo annuncio è legato ad una trasmissione sperimentale, un documentario dell'enciclopedia britannica.

La reunion fotografica delle Signorine Buonasera ha suscitato grande entusiasmo tra il pubblico, che in questi anni ha addirittura dedicato loro delle fanpage social. Rassicuranti, discrete, con le loro messe in pieghe a prova di bomba, le annunciatrici entravano nelle case con un sorriso.

Era il 22 ottobre del 1953 quando Nicoletta Orsomando fece il suo primo annuncio televisivo. Nicoletta ha una dizione perfetta grazie a un corso in radio. È disinvolta anche davanti alla telecamera: viene selezionata insieme ad altre cinque ragazze su trenta concorrenti. Nei panni di se stessa ha anche partecipato a vari film come "Piccola posta" con Alberto Sordi e Franca Valeri per la regia di Steno e "Parenti serpenti" di Mario Monicelli. Approda al Festival di Sanremo con Nunzio Filogamo, nel '57.

Di questa esperienza la Orsomando ha raccontato: "Avevano chiamato a presentare il festival due giovani attrici ma si accorsero che fare cinema non era sufficiente per quel ruolo e dunque chiesero me che avevo già avuto esperienze di manifestazioni canore".

Quando va in pensione, il 28 dicembre nel 1993, si toglie qualche sassolino dalle scarpe: "Carriera?"

Purtroppo altre sono morte, come Liliana Ursino e Anna Maria Gambineri, decedute rispettivamente nel maggio 2018 e nel maggio 2017. "Sappiamo il perché". Le "signorine buonasera" sono corteggiatissime, lettere, fiori, cioccolatini. "All'epoca era così, erano esagerati".