Sea Watch, 10 migranti accolti in Italia. Saranno affidati alla chiesa valdese

Regolare Commento Stampare

Il sindaco di Melissa, Gino Murgi, e diversi cittadini si sono immediatamente prodigati per trarre in salvo le persone.

La Valletta - I migranti bloccati per più di due settimane a bordo della nave Sea Watch 3 hanno ringraziato l'Europa per avere trovato un accordo che ha permesso il loro sbarco: "Sono felice, sono veramente molto felice perché ci hanno dato un buon risultato, ci hanno detto che andremo là, quindi mi fa piacere". Lo stesso hotel ha poi messo a disposizione la struttura per soccorrere i migranti e permettere loro di potersi asciugare e cambiare usando stufe, phon e coperte. Terminate le operazioni di soccorso, sono iniziate le procedure di rito da parte delle forze dell'ordine. In giornata i naufraghi saranno portati nel centro d'accoglienza per richiedenti asilo di Isola Capo Rizzuto (Kr). I cittadini hanno subito allertato i soccorsi. Nel frattempo, sono stati arrestati i due scafisti che secondo gli investigatori si sarebbero messi in salvo prima di lasciar andare la barca alla deriva.

Saranno processati per direttissima nel pomeriggio per favoreggiamento all'immigrazione clandestina.

Sono stati i cittadini di Melissa, in provincia di Crotone, a sentire per primi le urla dei 51 migranti arrivati nelle coste calabresi con una barca a vela che si è incagliata stamattina a pochi metri dalla spiaggia, di fronte a un hotel della frazione Torre. Con sé avevano strumentazione per navigare e del denaro. È stata un'esperienza bruttissima vedere tutta quella sofferenza, la disperazione, bambini di uno o due anni nell'acqua, le mamme e i papà che urlavano chiedendo aiuto. Ho visto miei concittadini togliersi il giubbotto per darlo alle persone bagnate e infreddolite. "È una bella pagina di umanità, di solidarietà", conclude.

Matteo Salvini da Varsavia su tutte le furie attacca: "L'Europa si propone di accogliere altri immigrati cedendo ai ricatti di scafisti e ong e questo rischia di diventare un enorme problema", ha sottolineato in conferenza stampa con il collega Joachim Brudzinski.