Bowie Days: gli eventi per ricordare il Duca Bianco

Regolare Commento Stampare

Tra i personaggi più famosi della musica internazionale vi sono alcuni artisti esperti di altissimo livello che hanno ottenuto un posto fisso nell'olimpo del successo.

David Bowie è una delle icone di Bellezza che ha attraversato più generazioni, spesso assimilato all'intramontabile icona che è stata Marilyn Monroe. Tanti gli ospiti: dal corpo di ballo diretto da Elisabetta Romanelli, a diversi musicisti che affiancheranno i Bowie Tribute, come il duo archi violino&violoncello Zilansky. Il contenuto di questa applicazione è ispirato alla mostra "David Bowie Is" partita nel 2013 dal Victoria and Albert Museum di Londra e conclusasi pochi mesi fa a New York. "Sono onorato di essere stato coinvolto nel progetto" dichiara Gary Oldman, amico di lungo corso del Duca Bianco, il quale è stato scelto come voce narrante della app che permetterà ai fan del cantautore britannico di visitare la mostra utilizzando la realtà aumentata. Questo strumento digitale consentirà a tutti i fan e nostalgici di Bowie una vera e propria esperienza immersiva nella sua arte, nella sua musica, nei video, nei costumi, ovviamente ascoltando le sue canzoni. "Bowie amava questa città così surreale e unica, potente eppure fragile, decadente e sperimentale; la capiva, la godeva, la assorbiva", scrivono i due artisti sulle loro pagine social.

Chiunque abbia perso una di quelle dodici occasioni in giro per il mondo, quindi, da oggi 8 gennaio sarà possibile recuperare il David Bowie Is attraverso l'applicazione per iOS e Android dedicata all'artista e pensata dal David Bowie Archive in collaborazione con Sony Music Entertainment (Giappone).

L'applicazione in questione, disponibile da oggi in memoria dell'artista inglese, però non sarà gratuita in modo che la stessa possa finanziare parte delle spese per la sua realizzazione e permettere con gli introiti di aggiungere sempre maggiori risorse all'app stessa.