Ciak a Firenze per la serie cult spagnola "La casa di carta"

Regolare Commento Stampare

Mattinata di caos a Firenze, dove i fan della serie tv La Casa di Carta si sono ritrovati per assistere alle riprese di alcune scene.

Quest'oggi infatti la produzione de La Casa di Carta ha fatto tappa nella bellissima Firenze, per girare alcune scene tra Piazza del Duomo e Piazzale Michelangelo.

Domani mattina, dalle 6 alle 12, via Martelli, lato numeri dispari sul fronte del Liceo Galileo, sarà aperta al transito e alla sosta dei mezzi che si occuperanno delle riprese. I lavori, stando a quanto riportato da La Nazione, inizieranno all'alba di venerdì 4 gennaio, per concludersi nel tardo pomeriggio, con un inevitabile raduno di fan pronti ad immortalare i protagonisti del cast e i vari momenti di lavorazione.

Presenti sul set solo due attori: Alvaro Morte, il Professore, ovvero l'ideatore del piano criminale, e Pedro Alonso, Berlino, uno dei componenti della banda, che tra una scena e l'altra non hanno negato foto, autografi e qualche battuta alla numerosa folla accorsa appositamente per vederli e salutarli.

Così gli appassionati della serie hanno potuto guardare (da lontano) Alvaro Morte, che nella prima stagione interpreta "Il Professore", la testa dietro al colpo alla zecca di Madrid, attorno al quale si snoda l'intera serie.

Ognuno di loro viene chiamato con un nome di una città: Tokyo, Mosca, Berlino, Nairobi, Rio, Denver, Helsinki, Oslo. Ideata da Alex Pina, la serie targata Netflix ha vinto il premio International Emmy Award come miglior serie tv drammatica del 2018. Da questo aspetto iniziale nascono una serie di problemi, situazioni e azioni molto avvincenti.