Juve: Paratici, Champions è un'ambizione

Regolare Commento Stampare

Non c'è stato bisogno di convincerlo tanto. "Diceva 'se la Juve c'è, voglio solo la Juve", confessa Paratici, che si sentì dire da Mendes che l'ex Pallone d'Oro era orientato verso Torino.

Fabio Paratici, intervistato da Gianluca Di Marzio per Sky Sport, ha parlato anche di Giuseppe Marotta soffermandosi in particolare sul modo in cui lui e l'attuale dirigente dell'Inter portavano avanti le trattative.

Dall'estero le proposte non mancano: il Paris Saint-Germain si è attivato e anche in Premier League ci sono stati diversi contatti, Paratici però ha iniziato a fare sul serio su questo fronte sapendo che le richieste di partenza di Ramsey saranno elevate, attorno ai 10 milioni di euro a stagione. Lui mi ha detto: "Tu non ci credi, però Cristiano vuole venire alla Juve". "Io risposi "'Non è che non ci credo, ma mi sembra difficile riuscire a far quadrare tutto'", ha rivelato ancora il ds bianconero. La mia più grande dote credo sia la curiosità e sono curioso di sapere com'è quel giocatore perché quella squadra lo sta trattando. "I grandi calciatori, quando non giochi la Champions, fanno fatica a venire". Lui si dimostrò disponibile fin da subito, ma poi la trattativa non andò in porto per altri motivi. Poi quando è successo mi ha detto: 'Papà mi avevi detto che era impossibile'. Sai, quando ti presenti nel suo ufficio e gli dici che devi comprare Cristiano Ronaldo...

Credo di averci messo un minuto a capire che lui stava già ragionando in quella direzione. Agnelli mi ha detto: 'Fammici pensare un giorno o due', ma mi ha telefonato dopo 3 ore. "Per redigere tutti i contratti ci siamo chiusi in una villa sul Lago Maggiore per un giorno intero con tutti gli avvocati della Juve e del calciatore". Lui aveva uno schema di gioco e, giustamente, bisognava cercare di trovare giocatori funzionali ad uno schema di gioco. Allegri è più elastico in questo senso. I calciatori li sceglievo io? Con CR7 in rosa la Champions è possibile, "ma è un'ambizione, non un'ossessione". "Mi sono goduto Pirlo, Vidal, Pogba, Dani Alves, Buffon".