Vittoria Qualcomm, bloccata la vendita di tre modelli di iPhone

Regolare Commento Stampare

"Solamente nelle ultime due settimane due stimati tribunali in due diverse giurisdizioni hanno confermato il valore dei brevetti di Qualcomm e riconosciuto la violazione di Apple, vietando la vendita di iPhone negli importanti mercati di Germania e Cina", è la dichiarazione di Don Rosenberg, consigliere generale di Qualcomm.

Dopo lo stop dei giorni scorsi in Cina, nuova tegola per Apple nella disputa legale con Qualcomm. "I modelli di iPhone saranno disponibili per i clienti tramite i corrieri e altri rivenditori - ha sottolineato la società - Durante il processo di ricorso, invece, i modelli di iPhone 7, 7 plus, 8 e 8 plus non saranno disponibili nei 15 negozi di vendita al dettaglio tedeschi: iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR rimarranno in vendita in tutti i nostri negozi".

"Con questo decisione - spiega il tribunale - la messa in vendita e in circolazione dei modelli che non dispongono della licenza è vietata su tutto il territorio della Repubblica federale tedesca". Inoltre Qualcomm dovrà prima versare una cauzione di 668,4 milioni di euro. Il giudice tedesco ha stabilito che i telefoni che contengono tale chip violano uno dei brevetti di Qualcomm intorno al cosiddetto envelope tracking, una caratteristica che aiuta i telefoni cellulari a risparmiare la carica della batteria mentre inviano e ricevono segnali wireless. Una mossa insolita, dal momento che si applica ad un solo mercato. Apple ha ribattuto definendo la sentenza "deludente" e affermando che sicuramente ricorrerà in appello. Ma che si può comprendere alla luce della sentenza del tribunale di Monaco.