Verso Napoli-Spal, Ancelotti costretto a rinunciare ad un titolarissimo per infortunio

Regolare Commento Stampare

A radio Kiss Kiss Napoli, il giornalista Carlo Alvino interviene sui diffidati azzurri di Napoli-Spal: "La risposta di Ancelotti è poesia, ma farà il contrario di ciò che ha detto". Una sfida sulla carta a favore dei partenopei, ma di cui sono fondamentali i tre punti nella speranza di accorciare sui bianconeri attesi dal posticipo in casa contro una Roma senza identità, allo sbando e che fatica a fare risultato. Non ci sarà purtroppo Allan, rimpiazzato forse da Rog. Senza il pilastro Allan, che ha il colpo della strega e con tanti possibili novità di formazione il Napoli aspetta la Spal e il trittico di partite prima della sosta. "Può essere sicuramente utilizzato domani". Assolutamente no, non farli giocare significherebbe fargli saltare non una ma due partite. Ci sono stati periodi favorevoli a uno e periodi favorevoli all'altro. Con i loro 46 punti, gli uomini di Massimiliano Allegri sono la prima potenza del panorama italiano, che gode di un pesante +8 dalla seconda e di un ritmo di marcia impressionante sul quale nessuno sembra potersi imporre. Attacco composto dal duo Mertens - Milik. Tre di fila non può farle, sarebbe un rischio inutile.

In questa gara il Napoli deve prestare particolare attenzione alle sue scorribande, e a non lasciare lo spazio in profondità alle spalle del terzino sinistro, perché Lazzari ha già dimostrato di saperlo attaccare e sfruttare a dovere. "Dopo la sosta sarà sicuramente al 100%".