Sei morti al concerto di Sfera Ebbasta

Regolare Commento Stampare

E' stata posta sotto sequestro la discoteca Lanterna azzurra a Corinaldo, dove sono morte sei persone schiacciate dalla calca mentre la gente tentava di uscire dal locale. Le modalità dell'incidente al suo concerto sono molto simili a quelle che il 3 giugno 2017 provocarono la fuga di massa, un morto e 1526 feriti quando una banda di rapinatori urlò tra la folla e usò spray al peperoncino durante la visione pubblica, in Piazza San Carlo a Torino, della finale di Champions League Juventus-Real Madrid. I visitatori della discoteca si sono precipitati in massa verso l'uscita, provocando così una calca. 12 dei feriti sono in condizioni gravi. Il panico si e' diffuso tra mezzanotte e l'una, prima dell'inizio del concerto. I giornali riportano la testimonianza di un ragazzo 16enne che ha raccontato: "Stavamo ballando in attesa che cominciasse lo spettacolo di Sfera Ebbasta, quando abbiamo sentito un odore acre, siamo corsi verso una delle uscite di emergenza ma l'abbiamo trovata sbarrata, i buttafuori ci dicevano di rientrare". Con "Rockstar" è cambiato tutto, migliaia di dischi tra vendite e streaming, singoli in classifica per settimane, così come l'album e un fenomeno impossibile da non prendere in considerazione anche per l'effetto talvolta controverso delle sue canzoni in cui il disagio giovanile, le origini difficili, il senso di rivalsa si mescolano a temi come sesso e droga.

I sei morti, 5 minorenni e una mamma di 40 anni che aveva accompagnato la figlia, erano presenti al concerto del noto rapper Sfera Ebbasta (pseudonimo di Gionata Boschetti) quando è scoppiato l'inferno: poco prima dell'esibizione della star qualcuno avrebbe utilizzato spray urticante.

Sul posto sono intervenuti Vigili del fuoco e ambulanze del 118, i carabinieri che conducono le indagini, il questore di AnconaOreste Capocasa, il comandante dei Vigili del fuoco Dino Poggiali e il comandante provinciale dei carabinieri Cristian Carrozza.

Iniziano ad arrivare le prime reazioni alla strage della discoteca. Sarebbe scoppiata una rissa, me l'ha raccontato mio figlio che si trovava lì.

Sei persone sono morte sabato all'una di notte in una discoteca vicino ad Ancona. Tutti gli esponenti dei gruppi parlamentari hanno espresso vicinanza ai familiari delle 6 vittime e hanno rivolto un augurio di pronta guarigione ai feriti.