"Grenfell Tower, l’ultima telefonata di Gloria alla madre: "‘C’è il fuoco’

Regolare Commento Stampare

"Ma lei rispose che non potevano assolutamente uscire perché c'era troppo fumo". Per i due giovani veneti non fu possibile nemmeno salire sul tetto del grattacielo, perché una porta bloccava l'accesso. Addirittura, al termine della telefonata è stata proprio Gloria a premere l'interruttore dello smartphone per chiudere: "Mi ha detto, c'è il fuoco c'è il fuoco - ha detto la signora Disarò, trattenendo a stento le lacrime per rievocare quel ricordo - e poi mi ha detto che voleva mettere giù, non voleva che sentissi le sue ultime grida". Nell'incendio, scoppiato il 14 giugno 2017, insieme alla giovane italiana e al suo ragazzo Marco Gottardi (entrambi nella foto), rimasero uccise altre settanta persone. Un tempo interminabile per chiunque, si immagini per una madre che sa già che starà per perdere sua figlia. "Mi ha detto che voleva interrompere la telefonata - racconta ancora la donna - le ho detto, no, passami Marco".

"Se il fuoco arriva qui mi butto dalla finestra, te lo giuro mamma, sono nel soggiorno e vedo fiamme dappertutto, stiamo solo aspettando". "Gloria mi raccontò di essere accerchiata dal fuoco e di non riuscire nemmeno buttarsi dalla finestra".

Prima di rimanere inghiottita dalle fiamme della Greenfell Tower di Londra, Gloria Trevisan ha chiamato per l'ultima volta sua madre, per avvisarla del pericolo che stava correndo.

Gloria Trevisan ha chiamato la madre impaurita, avvertendola del pericolo che stava correndo; secondo la testimonianza di Emanuela Disarò, contemporaneamente il fidanzato Marco aveva chiamato suo padre per lo stesso motivo. "Mi ha detto di nuovo cosa provava per noi e che dovevamo salutarci e dovevamo essere forti".

Tra le vittime dell'incendio della Grenfell Tower c'è stata anche Gloria Trevisan che, con il fidanzato Marco Gottardi, ha perso la vita all'interno del grattacielo londinese. Il corpo di Gloria rientrò in Italia il 18 luglio.