Da Frosinone: Napoli mai battuto anche grazie agli aiutini degli arbitri

Regolare Commento Stampare

Mi disse "Torniamo a casa" e io "Ma che torniamo a casa!" Col Frosinone infatti potrebbe debuttare Alex Meret, classe '97 sul quale il Napoli ha investito circa 25mln di euro per strapparlo all'Udinese ed assicurarsi un talento che per tutti è atteso da una grande carriera.

E invece della sua nebbia ha nostalgia? "Napoli accoglie, non respinge". Siamo cresciuti molto in personalità, convinzione, perché queste partite aiutano a crescere.

L'attaccante del Napoli Dries Mertens (19 reti nelle ultime 16 gare di Serie A contro squadre neopromosse) ha realizzato quattro delle sue sei triplette (o poker) nel massimo campionato contro squadre che hanno giocato l'anno precedente in B. "Per riuscire dobbiamo lavorare sempre a ritmo alto". Il Italia c'è una Juve imbattibile, ma in Europa il Napoli può dire la sua.

"E' uno dei migliori".

Infine, si ritorna al calcio giocato e in particolare al Campionato che per Ancelotti non è ancora chiuso: "La Juve è molto forte, molto continua, però inarrivabile no". Credo che anche il presidente della Federazione sia sensibile a questo, gli arbitri sono sensibili, ci sono delle regole che gli organi competenti devono far rispettare. Un ringraziamento di persona per essere stato testimonial, insieme ai giocatori, della campagna di comunicazione Fly the Flag ideata per gli Invictus Games, a cui il Gruppo ha partecipato lo scorso Ottobre a Sydney, conquistando 18 medaglie.

"Sacchi ha innovato non solo il gioco, portando il pressing, ma soprattutto l'organizzazione, la metodologia del lavoro". Oltre a tante vittorie. E' stato un scontro di filosofie.

"Oggi no. Ho avuto la possibilità mesi orsono, ho parlato anche con la Figc". Ma ho detto loro che avevo voglia di allenare una squadra di club. A me piace stare qui tutti i giorni.