Sully, il cane di Bush padre, che veglia ancora il suo presidente

Regolare Commento Stampare

È diventata virale e ha commosso l'America la foto di Sully, il cane di George H.W. Bush, durante la camera ardente dell'ex Presidente Usa morto lo scorso 30 novembre.

Il cane di Bush ha voluto rendere omaggio al suo padrone. Il cucciolone è immobile, probabilmente fermo nella medesima posizione da ore. Addestrati dai VetDogs americani, l'ex migliore amico di George H.W. Bush fa parte del corpo dei veterani e rientra tra i "cani di servizio" solitamente affidati a persone poco autosufficienti. L'ex presidente lo aveva presentato su Twitter nel giugno scorso, spiegando come tra i due si fosse creata da subito una certa sintonia e il suo portavoce gli aveva aperto un account Instagram dedicato, in cui si vedono tutte le cose che Sully e il suo padrone hanno fatto insieme.

Il 41esimo presidente degli Stati Uniti era costretto a utilizzare una sedia a rotelle e uno scooter elettrico a causa della malattia che lo affliggeva da tempo.

Sully prende il nome dal pilota della compagnia aerea Chesley "Sully" Sullenberger, che ha sbaragliato un aereo passeggeri sul fiume Hudson nel 2009, salvando tutti i 155 passeggeri e l'equipaggio a bordo.

Sully ora ritornerà all'Associazione America's VetDogs prima di cominciare un nuovo lavoro con le truppe in terapie fisiche e comportamentali al Walter Reed National Military Medical Center.