Montezemolo rompe il silenzio: l'Hamilton di quest'anno avrebbe vinto con la Ferrari!

Regolare Commento Stampare

L'ex presidente della scuderia di Maranello Luca Cordero di Montezemolo però in una intervista a "La Politica nel Pallone" su Gr Parlamento affonda pesantemente il colpo nei confronti del pilota tedesco, sostenendo che la Ferrari sarebbe campione del mondo con Lewis Hamilton alla guida.

"Quest'anno Hamilton ha fatto la differenza, disputando la migliore stagione da quando corre". Anche lui è un ragazzo che ha i suoi momenti di debolezza e va un po' in crisi, però io credo senz'altro che l'Hamilton di quest'anno con la Ferrari avrebbe vinto.

Quella appena conclusa pareva essere la stagione giusta per fermare il dominio Mercedes, ma qualche errore di troppo da parte di Sebastian Vettel e del box del Cavallino, ha condannato la Ferrari all'ennesima stagione di digiuno. Vettel quest'anno sicuramente ha fatto degli errori e forse sono stati - e tolgo il forse - decisivi per il mondiale ma bisogna fare di tutto per tenere Vettel carico perché è un pilota di primissimo ordine ed è stato vicino alla squadra. Vive un momento di frustrazione e bisogna sostenerlo, a maggior ragione con l'arrivo di un ragazzo molto forte come Leclerc e con un gran futuro. Negli ultimi quattro anni la Ferrari ha rincorso il Mondiale e in alcuni frangenti si aveva la sensazione che avrebbe potuto farcela, ma poi questo non è stato possibile dal punto di vista matematico a tre gare dalla fine. "Non lo dico per sminuire Vettel, ma Lewis nel 2018 è stato veramente straordinario, anche se Vettel ha tutte le capacità di potersi rifare con una macchina competitiva".

Su Charles Leclerc, futuro compagno di Sebastian Vettel, ha detto: "È giovane e bravo. Ne parlavo con Jean Todt, anche Schumacher fece degli errori nei primissimi tempi, ma è sempre importante parlare chiaro nello spogliatoio e sostenere il team in pubblico".

Su Fernando Alonso, Montezemolo ha voluto precisare che "è stato condizionato da un carattere non semplice e rispetto a Lauda e Schumacher è meno uomo squadra ma lo considero, soprattutto in gara, uno tra i migliori piloti".

Non è mancato un pensiero per Michael Schumacher: "È un lottatore, voglio bene sia a lui che alla sua famiglia". "Peccato che non abbia avuto una macchina all'altezza per le mani negli ultimi anni". Mi fa piacere che stia andando bene Mick e gli sono vicino. Poi sugli anni passati Montezemolo ha aggiunto: "Dal 1997 al 2009 o abbiamo vinto o abbiamo perso il mondiale sempre all'ultima gara e il pilota che non vince si sente frustrato". E Montezemolo ha sottolineato anche questo aspetto: "Vettel ha fatto degli errori forse decisivi per il Mondiale".