Raffaella Carrà: "Mai più show in tv"

Regolare Commento Stampare

Fra le peculiarità dell'album anche il fatto che, accanto ai tradizionali temi del Natale, l'approfondimento spazia ai problemi di ogni giorno, alla precarietà dei rapporti umani, come nel singolo "Chi l'ha detto", già in rotazione radiofonica e che nel videoclip ufficiale presenta anche una famiglia gay, "inserita in modo dolcissimo" spiega Raffaella. Simpatica, disponibile, soddisfatta del suo nuovo disco, rompe il ghiaccio con i giornalisti, levandosi subito qualche sassolino dalle scarpe ... "Quando Sony mi ha proposto di incidere un disco di Natale ci ho pensato molto" - racconta - " In realtà non era affatto tra i miei progetti ma hanno insistito parecchio, assicurandomi che tutti, ma proprio tutti, avessero cantato nel corso della carriera un disco di tracce natalizie. "Ma non me l'hanno fatta fare". La Carrà è trascinante, una regina, la regina, ma non si dà arie. Con l'aiuto di grandi professionisti mi pare di aver fatto un bel disco: colorato ed anche emozionante. E' un ritmo che ho dentro, avevo anche chiamato un rapper americano per l'introduzione. Volevo fare un 'reggaeton'.

"Ho cominciato a capire il mondo gay dalla prima Canzonissima: ricevevo lettere da ragazzi che si volevano fare del male". Un album di canzoni natalizie, scintillante già a partire dalla copertina: da vera star del mondo dello spettacolo, Raffaella è raffigurata - in una foto live tratta da Domenica In degli anni '80 - fasciata da una tuta nera paillettata mentre canta e balla in un'enorme stella dorata su uno sfondo bianco neve. La tracklist è un caleidoscopio di note, generi e ritmi: da 'Halleluja', vero e proprio inno alla speranza realizzata con un'orchestra classica e due cantanti liriche, a 'La Marimorena', rumba popolare tipica della Spagna. Non mancano i classici, come White Christmas, Feliz Navidad, Happy Xmas (War is over), quest'ultimo arrangiato appositamente come un valzer lento, con la partecipazione del Piccolo coro dell'Antoniano.

Raffaella Carrà: Il ritorno con “Ogni Volta Che è Natale” | VIDEO
Raffaella Carrà: «Canto il mio Natale per le famiglie omosessuali perché deve essere una cosa normale»

Ho chiesto io di avere anche una famiglia omosessuale. Ecco tutte le informazioni su questo nuovo lavoro discografico. "Non c'è artista in Italia che meglio di lei sia riuscita ad esprimere il concetto di gioia e spirito natalizio e che sia riuscita a trasmetterlo a diverse generazioni". Ma gli editori hanno detto di no. Questa deve rimanere così com'è. Per le riprese del video si è affidata a Gianluca Montesano o ci ha messo qualcosa di suo? Ma l'importante è che sia tornata. L'ho inserito perche' ho voluto che ci fosse questa impronta del mio gusto latino. "Mi invitavano di continuo a feste e appuntamenti gay ma non riuscendo mai a partecipare, ho deciso finalmente l'anno scorso di andare al 'Pride' di Madrid, così ho preso tutti i gay spagnoli in una notte e in colpo solo!" 18, via Appia Nuova 427). È in un'intervista a Tv Sorrisi e Canzoni che Raffaella Carrà, tra una frase e l'altra, esclude il suo ritorno in TV.

Super Deluxecomposta da un 45 giri con un particolarissimo formato a stella, i 2 CD della deluxe version, + un prezioso portachiavi con gli "auguri" di buone Feste di Raffaella Carrà. Quest'ultima sarà un'edizione limitata e numerata (saranno infatti pubblicate 2000 copie, 500 delle quali conterranno un regalo speciale dell'artista).