BTP, ha chiuso a 2,1 miliardi la seconda peggiore emissione di sempre

Regolare Commento Stampare

Come da copione, si conferma la correlazione negativa con il differenziale di rendimento dei titoli tedeschi, il famigerato spread, in rialzo a 316,6 punti, +4 punti base rispetto alla chiusura di ieri. Il tasso sul decennale del Tesoro cresce al 3,61%.

Secondo giorno consecutivo con lo spread che sale oltre la fascia di 300-320 punti in cui si era assestato da diverse settimane.

Eppure il Governo italiano non sta cambiando strategia, nonostante i numerosi avvertimenti dell'Unione Europea. Anche perché, "parliamo di divergenze di decimali".

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 21 nov - Per i mercati finanziari la bocciatura della manovra italiana da parte della Ue era ampiamente attesa e gia' da un pezzo lo spread BTp/Bund scontava la decisione assunta oggi a Bruxelles.

Il collocamento del titolo nella Seconda Fase ha visto una presenza predominante di investitori domestici, che ne hanno sottoscritto circa il 93 per cento.