L'ultimo progetto di Bill Gates: reinventare il water

Regolare Commento Stampare

"Le tecnologie che vedrete qui sono i più importanti passi avanti in termini di igiene in quasi 200 anni", ha detto Gates alla Fiera di Pechino "Reinvented Toilet". Con un investimento totale di ben 400 milioni di dollari, "bruscolini" per lo stesso filantropo, l'idea dell'americano è quella di realizzare il wc del futuro per salvare mezzo milione di bambini ogni anno.

Il water, che separa i liquidi dai solidi con una combustione chimica, permetterà di risparmiare 200 miliardi di dollari che gli Stati dove mancano le fogne sborsano tra spese sanitarie e perdita di Pil. L'ex numero uno del colosso di Redmond si è presentato sul palco con un barattolo di feci umane, per esporre il proprio progetto.

"Devo ammetterlo, dieci anni fa non avrei mai immaginato di diventare così esperto di feci. E di sicuro non avrei mai pensato che Melinda mi avesse detto di smetterla di parlare a tavola di bagni e fanghi fecali".

Progetto che è ovviamente collegato alla Fondazione Gates, una delle più importanti a livello mondiale nel campo della filantropia e che ha spostato la propria attenzione sulla necessità di portare servizi igienici sicuri in tutto il mondo. Grazie ad un pannello fotovoltaico arriva la quantità di energia tale da alimentare un reattore biochimico che purifica i rifiuti (servendosi di elettrodi). In quel vasetto, (ecco il perché del suo "sfoggio"), si possono racchiudere fino a 200 biliardi di paralliti, 20 miliardi di batteri Shigella e 100mila uova di verme parassita. Il governo cinese sembrerebbe già interessato al suo acquisto.