X-Factor 2018: lite in diretta tra Mara Maionchi e Lodo

Regolare Commento Stampare

Le parole di Lodo Guenzi hanno fatto infuriare Mara Maionchi, scoppia in un "Ma che cazzo dici?". In seguito alla proiezione, la band ha ringraziato tutti i suoi fan con un post sui social, annunciando la diffusione del documentario nelle prossime settimane: "Usciti dal red carpet, a mente fredda, possiamo dire che martedì è stata una sera bellissima". Il rischio che le assegnazioni dei giudici non diano loro il giusto spazio e il giusto risalto ha penalizzato infatti Emanuele Bertelli finito al ballottaggio finale della Seconda Puntata di X Factor 2018.

Infine, dopo il secondo Live di X Factor, vi aspetta lo StraFactor: il talent nel talent condotto da Daniela Collu.

Ascolti in crescita per la seconda puntata live di X Factor 2018, il talent show prodotto da Fremantle, che è stata vista ieri su Sky Uno/+1 da 1.321.117 spettatori medi, in crescita del +7% rispetto alla settimana scorsa, con 2.327.542 spettatori unici. Qui la frase della Maionchi, che per concludere il dibattito si rivolge direttamente a Guenzi e gli dice "Ma che c. dici".

La puntata si è aperta con l'esibizione di Sting in Message in a bottle: il coro della canzone è stato affidato ai cantanti in gara. Tra i preferiti dei bookmaker anche Naomi a 5,00, i Bowland a 6,00 ed Emanuele Bertelli a 6,50.

"Sono sbalordito: riuscite a prendere brani così distanti e farli sembrare figli di progetto molto chiaro e coerente", ha fatto eco Fedez, che nella seconda manche ha poi riportato sul palco l'eleganza di Renza Castelli con 'Thunder clouds' di Labrinth, Sia e Diplo. Per Anastasio, invece, è il momento di cimentarsi con un pezzo di Elisa, "Se piovesse il tuo nome". Dopo il ritorno sul palco di Sting e Shaggy, che cantano il nuovo singolo di coppia 'Gotta Get Back My Baby' (con qualche problema tecnico e di audio, di cui il timoniere AlessandroCattelan si scusa con pubblico e artisti), sale sul palco anchela Dark Polo Gang, altra special guest di questo live, con'Cambiare Adesso' singolo già disco d'oro e in cima alle classifiche. Per Lodo Guenzi, il pubblico avrebbe dovuto premiare i Red Bricks Foundation perché il loro percorso sarebbe stato più complesso e perché avrebbero trovato il modo di divertirsi continuando a fare "il cazzo che gli pare".