Milan, Romagnoli: "E’ il mio miglior momento. Adesso siamo più cattivi"

Regolare Commento Stampare

Gennaro Gattuso esalta per il terzo successo di fila e poco male per l'espulsione rimediata per proteste dopo la bandierina alzata dal guardalinee con clamoroso ritardo che potrebbe fargli saltare Milan-Juve. Bisogna fare i complimenti ai ragazzi.

Proprio lo spagnolo si renderà protagonista di almeno tre occasioni limpide nella ripresa (dopo un miracolo di Musso su Cutrone a pochi istanti dall'intervallo), ma con il risultato che non cambia. "Da giovane ha fatto un intervento chirurgico lì, speriamo nulla di grave".

LA PALLA NON PESA PIÙ CENTO CHILI - "Suso era abituato a stare sempre sulla linea laterale, oggi ha giocato anche da mezzapunta con grande entusiasmo. Sono molto contento, per la prestazione di tutti e per come giochiamo nonostante tutti i giocatori che stiamo perdendo per infortunio". Dobbiamo guardare avanti, non eravamo scarso prima e non siamo diventati bravi all'improvviso - ha aggiunto Gattuso - Dobbiamo lottare in ogni partita, fare più punti possibile e vedere dove arriveremo alla fine.

Milan con le due punte (Higuain e Cutrone), e il Pipita già dopo pochi minuti si rende pericoloso con una girata che termina di poco a lato. "La difesa si è comportata bene, ma anche Kessie e Bakayoko hanno svolto un gran lavoro di contenimento". Ma l'Udinese c'è e ci prova con Pussetto, Mandragora e soprattutto Lasagna, che fa secco Romagnoli e con il sinistro spaventa Donnarumma.