Manovra, anche Conte contro Moscovici: "Stop a valutazioni politiche"

Regolare Commento Stampare

Così il ministro delle finanze austriaco Hartwig Loeger arrivando all'Eurogruppo. "Se all'improvviso qualcuno dice che queste regole non valgono, parla non solo al popolo ma anche ad altri", ha aggiunto Moscovici. "C'è tempo fino al 13 per vedere quale sarà la risposta dell'Italia".

"La Commissione ha teso la mano, spero che il governo italiano accetti questa mano tesa". Di fatto, ha continuato, "la posizione del governo italiano è che ci sediamo con le interlocuzioni europee" e che "siamo disponibili a un dialogo franco e costruttivo". Ed è proprio sotto il faro dei riflettori Ue che la legge di bilancio inizierà il suo iter alla Camera, domani martedì 6 novembre, per arrivare al via libera definitivo entro fine anno.

Oggi all'Eurogruppo andà in scena "Tria contro tutti", e il solito commissario Ue agli Affari economici, Pierre Moscovici, non ha mancato di scaldare gli animi, attaccando per l'ennesima volta il governo Lega-M5S (e il vicepremier Matteo Salvini). Ancora tanti i nodi da sciogliere nel corso di un dibattito parlamentare che si preannuncia acceso.

Agenpress - "Il signor Salvini non incarna ciò che amo, il signor Salvini è un leader di estrema destra, alleato di Madame Le Pen, che rasenta continuamente il nazionalismo e la xenofobia, ma l'Italia resta una grande democrazia e auspico che resti tale".

Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, oggi ha avuto un incontro bilaterale con Moscovici, prima dell'avvio della riunione dell'Eurogruppo. "Se la zona euro è destabilizzata, se abbiamo problemi finanziari, saranno i francesi a soffrirne". "Non voglio anticipare ciò che diranno, ma i ministri delle Finanze diranno che il ruolo della Commissione è semplicemente quello di far rispettare lo Stato di diritto, la regola, una regola che non è stupida perché garantisce che il debito pubblico non aumenti troppo".

Moscovici ha ribadito che la Commissione agisce 'con spirito di dialogo' e che intende difendere regole 'che sono estremamente precise: "chiedono che la Commissione assicuri che i progetti di bilancio rispondano a criteri sulla sostenibilita' del debito e sul miglioramento del debito: "nel caso dell'Italia constatiamo una deviazione importante del deficit strutturale, pensiamo che il debito rischi di aumentare". "Penso che sia un ragionamento economico su cui bisogna discutere".

Riferendosi a Moscovici, Conte ha detto di "aspettarsi da un Commissario europeo che sia molto cauto nelle valutazioni che hanno una chiara incidenza e una chiara coloritura politica". "Voglio parlare nelle sedi appropriate e non voglio nemmeno pensare che la Commissione si lasci condizionare da argomenti di carattere politico", ha detto il premier Giuseppe Conte, in conferenza stampa con il primo ministro algerino Ahmed Ouyahia, rispondendo ad una domanda sulle dichiarazioni di Moscovici.