Il pilota italiano Francesco "Pecco" Bagnaia ha vinto il Mondiale di Moto2

Regolare Commento Stampare

"Credo che in questo sport conti molto avere un approccio razionale e la cosa mi pare abbia pagato". La gara è stata vinta da Luca Marini, fratello minore di Valentino Rossi.

Il #42 ha controllato la gara, marcando Oliveira e difendendosi dagli attacchi di Mattia Pasini (Team Italtrans), che ha chiuso quarto. Devo ringraziare la mia famiglia, Sky, ringrazio Valentino, la mia ragazza, tutti insieme abbiamo fatto una grande stagione. "Ho cercato di controllare Pasini - spiega il pilota dello SKY Racing Team VR46 - sapevo che non avrebbe fatto cavolate, ho cercato di non strafare". "E' un titolo fantastico, che abbiamo vissuto giorno dopo giorno, tutti insieme - ha detto Rossi a - Lo scorso anno, il suo primo in Moto2, mi aveva subito impressionato, sapevo che poteva far bene, ma non mi aspettavo che il mondiale arrivasse già in questa stagione". Meglio di così, oggi è stato emozionante, non pensavo riuscisse a vincere entro quest'anno, è stato importante.

Meno dodici al termine quando il portoghese Miguel Oliveira tenta il sorpasso su Bagnaia al turno 4, scambio di posizioni e il pilota della KTM si prende la seconda posizione. E' stata sempre una sua scelta, una sua passione, all'inizio ha lavorato col suo babbo, ero sorpreso, gli ho detto 'sei sicuro che vuoi fare carriera in moto?', lui era forte anche a calcio. "Forse potevo anche vincere, ma Marini meritava questa vittoria per come si è impegnato in questo weekend". È una storia sensazionale, essere campione del mondo è qualcosa che non scade: "è un successo di tutti, siamo tutti campioni del mondo".

Francesco Bagnaia confeziona una dedica collettiva per festeggiare il primo titolo mondiale della carriera, arrivato nella classe Moto2 grazie al terzo posto in Malesia. Io di solito sono pessimista, non è che mi aspetto.