Inter, Spalletti entusiasta punta il Barcellona: "Gruppo esaltante, fatto da professionisti"

Regolare Commento Stampare

L'Inter festeggia il quinto gol contro il Genoa. Molto turnover per Spalletti anche in vista della partita di Champions League contro il Barcellona.

Spalletti ha costruito, grazie al sapiente lavoro di Martusciello e con gli innesti di De Vrij e Skriniar un muro quasi invalicabile. "In partite come queste ci può dare una mano importante, uno di qualità come lui può servire - ha spiegato Spalletti - Se scelgo lui non è per far respirare Icardi, ma perché è un giocatore di pari livello". Queste le sensazioni post Genoa che Joao Mario affida a Twitter dopo la grande prestazione di questo pomeriggio, condita dal bel gol del momentaneo 4-0 nerazzurro.

La ripresa inizia come era finito il primo tempo, cioè con l'Inter padrona dei suoi destini e ancora in gol al 4', stavolta da azione di rimessa laterale in attacco: Gagliardini prolunga di testa per Perisic, sul tiro del croato Radu riesce a evitare il gol sulla linea, ma ancora Gagliardini ribadisce in rete da pochi passi per il 3-0, ed è la sua prima doppietta in carriera.

Sette vittorie consecutive. Davanti ai 70mila di San Siro l'Inter rifila cinque reti al Genoa e riaggancia il Napoli al secondo posto in classifica rispondendo alla cinquina degli azzurri all'Empoli. L'unico insoddisfatto sarà Lautaro Martinez, che sperava di mettersi di più in mostra invece non ha mai visto la porta. A disposizione: Vodisek, Russo, Lisandro Lopez, Piatek, Lapadula, Mazzitelli, Lakicevic, Omeonga, Veloso, Medeiros, Zukanovic, Hiljemark.

Ammoniti: D'Ambrosio, Gunter, Lautaro Martinez, Veloso per gioco falloso, Sandro per comportamento non regolamentare.