Scamorza Coop e Parmareggio, allerta Escherichia coli: ritirate dai supermercati

Regolare Commento Stampare

Chiunque avesse acquistato le confezioni appartenenti ai lotti sopracitati e se trovasse ancora in possesso ha la possibilità di riconsegnarle al punto vendita presso il quale sono stati acquistate. Così, è stato disposto l'immediato stop delle vendite per evitare contagi che indurrebbero problemi di salute nei consumatori.

Il richiamo, a scopo precauzionale, è avvenuto perché c'era il rischio della presenza del batterio Escherichia Coli, che comporta come sintomi, le stesse condizioni di una comune influenza stagionale.

Allerta per la presenza di Escherichia coli nel formaggio: il Ministero della salute ha richiamato alcuni lotti di scamorza bianca a fette a marchio Coop e Cuor di Fette Parmareggio. Questo batterio vive da commensale e perciò non causa molti danni ma collabora alle funzioni fisiologiche. Ma esistono anche ceppi di Escherichia coli molto pericolosi. Per quanto riguarda la scamorza a fette Coop i lotti in questione sono quello numero 25L18341, con data di scadenza 08/11/2018 e quello numero 25L18345 con data di scadenza 12/11/2018; per la scamorza "Cuor di fette" Parmareggio invece i lotti richiamati sono il numero 25L18345 con data di scadenza 12/11/2018, e il lotto numero 25L18345 con data di scadenza 17/11/2018.

Per ulteriori informazioni, è possibile contattare Coop al numero verde 800 805580.

Si tratta delle confezioni da 140 grammi prodotta dalla Parmareggio di Modena e all'interno ci sono 10 fette di formaggio.

La contaminazione sarebbe avvenuta durante la produzione e, poiché il batterio è molto contagioso, il Ministero avrebbe chiesto il ritiro di alcuni lotti in via precauzionale.