Il pasticcio dell’abolizione del numero chiuso a Medicina

Regolare Commento Stampare

"Decisione folle. Nella Legge di Bilancio, tolto il numero chiuso a Medicina" ha scritto in un tweet il presidente dell'Istituto superiore della Sanità, Walter Ricciardi. E' quanto stabilito dal Consiglio dei Ministri che ha inserito il provvedimento nel disegno di legge di Bilancio.

Non emergono altre informazioni dalla comunicazione del Miur. "Si abolisce il numero chiuso nelle Facoltà di Medicina, permettendo così a tutti di poter accedere agli studi". I giovani laureati in medicina che non entreranno nelle scuole di specializzazione dovranno per forza di cose cercare lavoro all'estero. Abolizione numero chiuso Medicina: si inizia per gradi In un primo momento, tuttavia, il ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti, e il ministro della Salute, Giulia Grillo, non hanno confermato l'abolizione tout court del test di medicina.

Bussetti: non risulta. "A me personalmente non risulta questa notizia, che è stata pubblicata questa mattina. Farò le dovute verifiche ma non mi risulta nulla di simile".

Il Consiglio dei ministri ha annunciato l'abolizione del numero chiuso a Medicina. "Se non si aumentano le borse di specializzazione assisteremo ad una nuova fuga di cervelli all'estero".

Da tempo il settore sanità lamenta i danni in termini di mancanza di medici che si sarebbero creati, mantenendo la selezione all'ingresso degli studi, anche in relazione al numero dei richiedenti. Negli ultimi due anni, circa 67 mila studenti hanno tentato l'accesso negli atenei per studiare da medico su poco meno di 10mila posti disponibili. Come specificato dal Miur si tratta di un percorso che inizierà quest'anno e andrà avanti gradualmente.

Alle 12,30 finalmente parla Palazzo Chigi: "In merito al superamento del numero chiuso per l'accesso alla facoltà di Medicina, la Presidenza del Consiglio precisa che si tratta di un obiettivo politico di medio periodo per il quale si avvierà un confronto tecnico con i Ministeri competenti e la Conferenza dei Rettori delle università italiane (CRUI), che potrà prevedere un percorso graduale di aumento dei posti disponibili, fino al superamento del numero chiuso". "Per assicurare l'aumento dei posti disponibili e avviare un percorso condiviso, a breve sarà convocata una prima riunione con tutti i soggetti interessati a cominciare dalla Crui".

Oltre all'accesso aperto alla facoltà di Medicina, il Consiglio dei Ministri che si è riunito ieri sera per la finanziaria, prevede anche altre misure che avranno un impatto sulla scuola.