Ancora salmonella: stavolta nel pesce spada affumicato e nelle uova fresche

Regolare Commento Stampare

Rischio microbiologico per salmonella. Come sempre in questi casi, si raccomanda, a scopo precauzionale, di non consumare le uova oggetto del richiamo e di riportarle al punto vendita dove sono state acquistate. Per questo motivo il Ministero della salute ha diffuso un avviso di richiamo di due lotti di pesce spada affumicato.

Il rischio microbiologico ha indotto il ministero della Salute a ordinare il ritiro dei prodotti alimentari dagli scaffali. Il prodotto interessato dal provvedimento - si legge nel relativo comunicato - è venduto a peso in pezzi singoli, con i numeri di lotto 03082018 e 09082018 e la data di scadenza 02/12/2018.

Secondo quanto segnalato dalle autorità ministeriali, i lotti ritirati sono tre e la motivazione è la presenza del batterio della Salmonella enteritidis. Le uova interessate sono solo quelle con scadenza minima 31/10/2018, 01/11/2018 e 02/11/2018, prodotte nello stabilimento di Corfinio in provincia de L'Aquila. Il pesce affumicato è lavorato per la commercializzazione nello stabilimento di BERNARDINI GASTONE srl via Lavoria 83/85, a Cenaia Crespina Lorenzana, in provincia di Pisa. Tra i sintomi più comuni, la salmonellosi può manifestare vomito, diarrea, nausea, febbre e doloro addominali dovuti al contatto o all'ingestione con cibo e acqua contaminata.

A diffondere la notizia ai media è stato lo Sportello dei diritti.