123 ragazzini trovati in Michigan: erano scomparsi e sarebbero stati violentati

Regolare Commento Stampare

La polizia di Detroit che indaga sul caso, ha ben 301 denunce di minori scomparsi che si pensa tutti coinvolti nel traffico sessuale, ne restano dunque molti ancora da liberare, sempre che siano ancora in vita o non siano stati inviati in altri paesi, quelli arabi ad esempio sono noti per il traffico sessuale. I minori, spariti da mesi, sono stati soccorsi nell'ambito di un'unica operazione il 26 settembre, ma la notizia è stata diffusa solo ora per non compromettere le indagini.

Una volta ritrovati i 123 minori sono stati interrogati dai poliziotti per ricostruire le singole vicende.

Da un primo esame, fortunatamente nessuno di loro sembra aver subito violenze, anche se sarebbe potuto succedere presto, visto che per tre di loro è stata accertata la destinazione al mercato sessuale. Non mangiava da 3 giorni. Nelle settimane che hanno preceduto tale complesso e delicato intervento, la USMS DMCRU aveva ricevuto l'incarico di indagare su 30 casi di bambini scomparsi.

Alcuni ragazzi sono stati restituiti alle famiglie, altri sono invece stati consegnati ai Servizi di protezione dell'infanzia.

L'operazione "MI Safe Kid", che ha permesso di ottenere informazioni utili anche in merito a due casi di rapimento avvenuti in Texas ed in Minnesota, ha coinvolto anche il National Center for Missing and Exploited Children (Centro nazionale per i bambini scomparsi e sfruttati), l'U.S. Department of Housing and Urban Development (HUD, Dipartimento della casa e dello sviluppo urbano) e diversi distretti di polizia del Michigan.

È quanto si legge nel comunicato, una speranza che oggi, alla luce del ritrovamento dei 123 bambini scomparsi, arde più forte che mai.