Piazza Affari -2,2%, spread a 304 punti

Regolare Commento Stampare

Lo spread torna ad allargarsi.

Lo spread tra BTp e Bund apre in rialzo a 295 punti rispetto ai 285 della chiusura di venerdì. In particolare, il mercato ha assorbito 3,5 miliardi di triennali al 2,51% (+1,31%), 1,5 miliardi di settennali al 3,28% (+0,74%), 941,7 milioni di quindicennali al 3,66% e 558,3 milioni di trentennali al 3,79%.

A soffrire sono soprattutto i titoli bancari: Bper lascia sul terreno il 3,22%, seguita da Ubi (-3,16%), Intesa Sanpaolo (-2,69%) e Unicredit (-2,63%).

Il rendimento del decennale italiano si attesta al 3,66%.

In giornata i titoli più deboli sono stati Moncler (con un calo a doppia cifra: -10,85%) e alcuni del comparto industriale: Ferrari -8,14%, Pirelli -5,98%, Brembo -5,86% e Fiat Chrysler Automobiles -5,55%. Tonfo per Carige che crolla dopo il declassamento di Fitch (che ieri ha abbassato il rating di Banca Carige a CCC+ con outlook negativo), prima non riesce a fare prezzo poi entra in contrattazione ed e' in calo dell'8%. La Borsa di Tokyo, ha chiuso in passivo, - 3,89% a quota 22.590,86, perdendo oltre 900 punti. Negativi anche i listini di Francoforte -1,36%, Parigi -1,10% e Londra -1,16%.

L'ondata di vendite partita alla vigilia da Wall Street ha travolto in mercati asiatici. Gli indici americani hanno registrato il peggior crollo da febbraio: ieri, il presidente degli Usa, Donald Trump, ha bollato come "pazza" la Fed per la sua politica monetaria.