File spariti da Windows 10 dopo l'Update, pronta la patch

Regolare Commento Stampare

Microsoft ha anche avvertito tutti coloro che hanno già scaricato il tool per effettuare l'installazione di non proseguire oltre finché l'azienda stessa non avrà risolto questo alquanto inusuale problema.

In seguito all'installazione di uno dei pacchetti della nota azienda Microsoft più attesi degli ultimi anni molti utenti hanno visto scomparire dai loro dispositivi dei file personali, soprattutto nelle cartelle dei Documenti e delle Immagini. E adesso sappiamo anche le cause.

Security updates to Windows Kernel, Microsoft Graphics Component, MicrosoftScripting Engine, Internet Explorer, Windows Storage and Filesystems, Windows Linux, Windows Wireless Networking, Windows MSXML, the Microsoft JET Database Engine, Windows Peripherals, Microsoft Edge, Windows Media Player, and Internet Explorer.

L'aggiornamento è stato rilasciato in occasione del Patch Tuesday, appuntamento all'interno del quale Microsoft rilascia gli update cumulativi di sicurezza per tutte le funzioni di Windows che godono ancora del supporto ufficiale. Per le "vittime" del bug non resta che contattare Microsoft, come spiegato in questa pagina, o utilizzare dei sistemi di ripristino e recuperare i file. Tramite un post sul proprio blog ufficiale, Microsoft comunica di aver trovato il bug e che da oggi è disponibile una nuova versione di Windows 10 October 2018 Update (17763.17) per tutti gli utenti Insider iscritti al canale Slow e Release Preview. Microsoft ha spiegato che per risolvere un problema di duplicazione delle cartelle su alcuni sistemi Windows 10 configurati in modo specifico, in cui le cartelle originali erano state reindirizzate su altre unità di archiviazione, ha introdotto del nuovo codice per rimuoverle. Con KFR si intende il processo di trasferimento dei contenuti delle cartelle di Windows, come Desktop, Documenti, Immagini, Video, Rullino fotografico, dalla cartella di default ad una nuova cartella. Il problema nasceva con l'April 2018 Update, con cui alcuni utenti avevano riportato la creazione indesiderata di una copia vuota delle cartelle di sistema dopo l'uso della KFR. La perdita dei dati si sarebbe verificata solo sui sistemi di quegli utenti che hanno deciso di spostare le cartelle di sistema su un'altra unità di memorizzazione, diversa da quella in cui è installato Windows 10 e solo nel caso in cui i file non fossero stati completamente spostati da una locazione di memoria all'altra.