Italia, Mancini: "Belotti e Balotelli fuori forma. Allan? Mai parlato di lui..."

Regolare Commento Stampare

Vedere quel pezzo di ponte che manca, per chi come me ha vissuto a lungo a Genova, è stata un'immagine che sarà difficile dimenticare. "Forse gli abbiamo regalato qualche minuto di felicità, Non di più, temo". Per me Mancini ha mentito quando ha detto di non sapere niente sulla questione Allan. Abbiamo chiamato Tonelli della Samp e Piccini del Valencia, che arriveranno entro stasera. Domani un tridente ci sarà sicuro. Qualcuno giocherà due partite, ci sono 4 giorni tra una partita e l'altra.

L'amichevole di mercoledì con l'Ucraina si potrà considerare una specie di prova generale per la gara in Polonia? La Nazionale comunque cerca il suo leader: "in una squadra normalmente c'è il giocatore d'esperienza e il leader tecnico". Il campionato dà sempre qualcosa. C'è il fatto che Insigne, anche nel ruolo cambiato da Ancelotti, continui a essere importante per il Napoli. "La retrocessione? Ci sono quattro gruppi di A, in uno ci sono Inghilterra, Spagna e Croazia, e una andrà in B.". "In generale tutti i calciatori, a parte quelli purtroppo assenti per infortunio, stanno meglio rispetto a un mese fa".

SHEVCHENKO COMMOSSO - Alla presentazione della partita hanno preso parte anche il capitano del Genoa Criscito e l'attaccante della Sampdoria Caprari. "È stato un momento di fortissima emozione" ha detto prima di tornare sul pullman con i giocatori. Lo scorso giro era stato quello dei teenager: Pietro Pellegri, 80 minuti giocati in tutta la stagione in Ligue 1 col Monaco, e addirittura Niccolò Zaniolo, catapultato in nazionale maggiore senza mai aver ancora debuttato tra i professionisti. Dite che questa Nazionale ha perso prestigio internazionale? E problemi di coesistenza con gli altri non ne vedo: se i giocatori hanno qualità tecniche è solo questione di tempo per farli giocare insieme.