Collisione tra due navi vicino alla Corsica, allarme inquinamento

Regolare Commento Stampare

La mattina di domenica 7 ottobre due navi si sono scontrate in mare, tra Genova e la Corsica: nessuno è rimasto ferito.

Lo scontro è avvenuto tra la motonave tunisina "Ro-Ro Ulysse", che trasportava camion e auto, e la portacontainer "Cls Virginia", battente bandiera di Cipro. Nelle immagini dall'alto inviate dalla Guardia Costiera si nota chiaramente la chiazza di combustibile di circa 10 chilometri quadrati che fuoriesce dalle due navi. L'incidente è accaduto in acqua internazionali quando la motonave Ulisse portacontainer ha urtato la Cls Virginia. Le operazioni, da quanto si apprende, riguardano la posa di panne di contenimento per limitare lo spostamento degli idrocarburi e la bonifica delle acque. Come spiegato dalla Guardia costiera, si procede al recupero di materiale inquinante da parte di uno dei tre mezzi antinquinamento della società consortile Castalia, convenzionata con il Ministero dell'Ambiente per il servizio di antinquinamento nazionale.

Commissione Ue: 'Seguiamo sviluppi' - La Commissione europea segue e monitora la vicenda della collisione tra le due navi al largo della Corsica, con fuoriuscita di carburante.

Sono in corso, sotto il coordinamento della autorità francesi, le operazioni di contenimento e bonifica dell'inquinamento. Continua inoltre il monitoraggio della zona da parte dei mezzi aerei e navali della Guardia Costiera e sono stati acquisiti anche una serie di elementi di carattere tecnico sulle due unità coinvolte nell'incidente.

Introdurre norme "precise sulla protezione e sulla tutela del Santuario dei Cetacei una scelta non più rinviabile". I dati di osservazione, previsione e ricostruzione dello stato del mare su cui si basa il Consorzio sono messi a disposizione delle autorità competenti e dei soccorsi anche nella forma di bollettini dedicati.