Arrivabene è furioso: "Inaccettabile fare errori del genere"

Regolare Commento Stampare

Una decisione senza senso quella del muretto che costa carissimo: mentre Raikkonen è riuscito a limitare i danni, lo stesso non è riuscito a fare Vettel che scatterà in nona posizione, lontanissimo dal leader del mondiale Hamilton in pole position. "E premetto che anche se la vettura oggi è cresciuta rispetto a ieri, non avremmo fatto la pole ma quello che è capitato è inaccettabile". E' una questione di scelte, non di strategia: prima ero molto arrabbiato, siamo una squadra giovane, siamo tutti impegnati a far del nostro meglio ma a volte ci vuole meno intelligenza e più furbizia - ha ammesso ai microfoni di Sky -.

Un errore grossolano, certamente, ma che a grande sorpresa ha fatto letteralmente sbottare in diretta televisiva il Team Manager della Ferrari, Maurizio Arrivabene, che con parole anche troppo severe ha puntato il dito contro quella che potremmo definire come lo staff tecnico-strategico del Cavallino Rampante: "Quanto è accaduto oggi è inaccettabile". Abbiamo gare a disposizione e la situazione è molto, molto difficile ma non dobbiamo mollare.

LECLERC E IL FUTURO - In tempi non sospetti Arrivabene aveva detto che c'era un nuovo Airton Senna, parlando di Leclerc: "Sì, è vero, però non facevo ancora questo lavoro, però è vero. - ha confermato il team principal della Rossa -Secondo me Leclerc sa prendersi le sue responsabilità".

Se non fosse che c'è il rischio di essere mal interpretati, avrei potuto essere più ermetica, scrivendo nel titolo semplicemente dilettanti allo sbaraglio. Se al pilota dai una chance sola invece che due, puoi e devi farti qualche domanda. Invece di concentrarsi sul computer basterebbe guardar anche cosa fanno gli altri e questo si impara solo con l'esperienza. Quest'anno sul bagnato abbiamo fatto un po' troppi errori, spero sia l'ultimo. "I conti si fanno alla fine e si interverrà se sarà necessario", ha riassunto tra l'amaro e il deluso.