Roma, Di Francesco: "Nel mio 4-3-3 alcuni giocatori non si trovavano..."

Regolare Commento Stampare

Ci sono un '95, un '96, un '97 e persino un '99: non è una barzelletta numerica ma la probabile formazione di stasera della Roma, ringiovanita da un mercato fatto con il preciso proposito di creare i campioni del futuro e dall'assenza di due campioni decisamente più navigati come Daniele De Rossi e Javier Pastore. Abbiamo dato continuità di gioco, abbiamo lavorato per interpretare al meglio questo 4-2-3-1. Di Francesco: "Che sia meglio di Nainggolan è presto per dirlo ma mi auguro che possa diventarlo".

Pensi di aver trovato la giusta quadratura della squadra? . Al di là degli esperimenti, stavo cercando le soluzioni giuste, come sapete non è facile sperimentare a Roma. Non volevo modificare del tutto il 4-3-3 ma ho capito che dovevo cambiare qualcosina. "Ho avuto le risposte giuste, sono contento di quello che stanno mettendo in campo i ragazzi, soprattutto il desiderio di giocare insieme". Non do giudizi su di me e non li do nemmeno sui miei compagni, anche se penso che sia sotto l'occhio di tutti che sia stato tra i migliori nelle ultime due partite.

Sono contento per Lorenzo, perché l'ho voluto fortemente a Sassuolo. "Ha l'idea della verticalità e sta interpretando bene il ruolo". Ha ricevuto tante critiche, a volte anche ingiuste, il gol nel derby gli ha dato certezze che prima magari non aveva.

Periodo negativo messo alle spalle?