Cristiano Ronaldo accusato di stupro, la polizia di Las Vegas indaga

Regolare Commento Stampare

La polizia di Las Vegas ha deciso ufficialmente di riaprire le indagini su Cristiano Ronaldo, accusato di molestie sessuali da una 33 enne del Nevada, Kathryn Maryoga. La Mayorga, all'epoca dei fatti aspirante modella, avrebbe denunciato immediatamente la violenza che sarebbe stata anche certificata dalle visite mediche effettuate, ma successivamente, in cambio di 375 mila dollari, si sarebbe fatta convincere a non parlarne più.

La settimana scorsa era stato il settimanale tedesco Der Spiegel a riportare l'indiscrezione e sui social era arrivata la secca risposta di Ronaldo: "Fake news". Sono false notizie. Vogliono farsi pubblicità usando il mio nome. Poi il messaggio finale: "Sono un uomo felice e va tutto bene".

L'avvocato del fuoriclasse portoghese, Christian Schertz, attraverso un comunicato aveva attaccato il Der Spiegel per un "reportage palesemente illegale" denunciando "l'inammissibile intrusione nella privacy di Cristiano" con la vicenda che avrà nuovi strascichi ovviamente in tribunale.

Il 'cold case' ma non è un telefilm, cosa è successo. La polizia di Las Vegas, all'epoca, non avrebbe portato avanti l'inchiesta sostenendo che la vittima non aveva rivelato il nome dell'assalitore.

La stella del calcio mondiale l'aveva invitata nella sua suite insieme ad altre persone per ammirare il panorama della Strip e fare un bagno nella vasca idromassaggio. Al suo rifiuto, il portoghese l'avrebbe violentata.