Napoli, Ancelotti: ''Liverpool forte, sappiamo cosa fare per vincere''

Regolare Commento Stampare

Il mio rapporto con Klopp? Mi trovo benissimo in questa nuova posizione, più vicino alla porta, si è visto che ho fatto bene e questo è merito del mister che ha avuto quest'intuizione. Il riferimento rimane Allan, giocatore in grado di accorciare sui portatori di palla avversari e, con il suo pressing, riuscire a cambiare l'inerzia della squadra nel giro di pochi istanti; al suo fianco sta faticando Marek Hamsik, certamente più abituato a giocare in una mediana a tre nel ruolo di mezzala di inserimento e collegamento con l'attacco, mentre rimane centrale il ruolo di Piotr Zielinski che parte largo a sinistra ma si accentra costantemente, "chiamando" l'avanzamento di José Callejon (l'esterno a destra) e dunque andando a riproporre quel 4-3-3 di sarriana memoria.

"Dopo Banti, adesso Kassai?".

AMBIENTE - Elogi e contro elogi, dunque. "Il tempo rimargina le cose di solito, è vero, ma non le cancella". Comunque, nel complesso quella azzurra è una squadra molto organizzata, veloce e forte tecnicamente. "Noi siamo preparati, sappiamo che sarà dura ma ci auguriamo lo sia anche per loro".

Prima Kassai cacciò Vidal estraendo un giallo - il secondo della partita del cileno - che non c'era, poi nei supplementari convalidò un gol a Cristiano Ronaldo che era in evidente fuorigioco. Sono sorpreso da questa designazione, non è passato tanto tempo.

Napoli Liverpool rappresenta la seconda partita nel girone C della Champions League 2018-2019 per i partenopei: appuntamento alle ore 21:00 di mercoledì 3 ottobre. La prestazione con la Juve non è stata delle migliori, ma non mi curo delle critiche e vado avanti.