Indonesia, sale a 384 il bilancio delle vittime dello dello tsunami

Regolare Commento Stampare

La maggioranza delle vittime, finora si sono registrate nella città di Palu, che ha 300mila abitanti, completamente devastata dal terremoto e dal successivo tsunami.

Con il passare delle ore si aggrava sempre di più il bilancio delle vittime dopo la forte scossa di terremoto alla quale ha fatto seguito lo tsunami, che hanno colpito l'isola di Sulawesi, in Indonesia. Il sisma ha avuto magnitudo 7.5 e la scossa ha nuovamente sconvolto l'Indonesia.

L'area di Donggala, che ospita circa 300mila persone, era stata colpita venerdì scorso da un terremoto di magnitudo 6.1 che sulla base di informazioni preliminari ha ucciso una persona, ferito 10 e danneggiato decine di case. Sono immagini scioccanti quelle riprese da una telecamera di sicurezza che.

Indonesia- Tsunami travolge Palu
Indonesia – Tsunami travolge Palu Indonesia – Tsunami travolge Palu

Il portavoce per l'Agenzia nazionale per la gestione dei disastri, Sutopo Purwo Nugroho, riferisce che il bilancio delle vittime dello tsunami che ha colpito l'Indonesia è attualmente di 384 morti, 540 feriti e 29 dispersi.

Le autorità temono che si possa creare un clima di anarchia: in diverse località sono state viste persone servirsi da soli alle pompe di benzina, e altre accaparrarsi beni dai negozi in macerie. A Palu è crollato il principale ponte, lungo 126 metri, che collega le due parti della città. Intanto le ricerche proseguono senza sosta anche alla luce della possibilità di trovare sotto le macerie ancora molte persone vive. E molti sopravvissuti aiutano a raccogliere i resti di chi è morto. Le difficoltà sono evidenti e i soccorritori stanno dando il massimo. Attualmente non si avrebbero ancora notizie di quattro di loro, tra cui tre francesi ed un cittadino sudcoreano. Fino a 20 persone potrebbero partire già oggi, lunedì, alla volta dell'Indonesia per partecipare alla fase di ricostruzione, soprattutto per quanto riguarda il ripristino dell'acqua potabile, la costruzione di alloggi e il sostegno medico.