Superbike, Magny-Cours: gara, doppietta e titolo per Jonathan Rea

Regolare Commento Stampare

Davies, da par suo, risale la china portandosi in quinta piazza in sella alla Panigale mentre Melandri è nono. Niente da fare le due Rosse ufficiali di Chaz Davies (quinto) e di Marco Melandri (sesto), distanti dalle posizioni nobili.

Vittoria e titolo iridato, il quarto di fila per Jonathan Rea: anche quest'anno campione della Kawasaki sbaraglia gli avversari e con la 13 vittoria stagionale, nonostante le limitazioni al motore imposte a inizio stagione che hanno tolto almeno 20 cv alla sua ZX-10RR, il 31enne nordirlandese non manca l'appuntamento con la storia. Jonathan Rea (Gbr) Kawasaki in 34'16 " 364 alla media di 162,166 Km/h, 2. Michael Van Der Mark (Ned) Yamaha 3 " 352, 4.

Migliorano anche i primi nove piloti dello schieramento: Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia) è balzato in terza posizione a tre decimi da Rea, con Loris Baz (GULF Althea BMW Racing Team) che scivola alla quarta seguito da Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) ed Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia).

Jonathan Rea è sempre più il padrone assoluto della Superbike. Qualifiche da dimenticare, infine, per Marco Melandri, autore del dodicesimo ed ultimo piazzamento in Superpole 2, in ritardo di 1,899 secondi dal best lap di giornata a causa di un errore ed uno scarso feeling con la gomma da qualifica. In zona punti si collocano anche Eugene Laverty, Toprak Ratzgatlioglu, Michael Rinaldi, che ha realizzato quest'oggi la sua ultima gara della stagione 2018, Jordi Torres e Leandro Mercado.

DOPPIETTA Nel giorno in cui il compagno di squadra conferma il numero uno sulla carena della sua Kawasaki, Tom Sykes chiude secondo gara uno a Magny Cours, autore di una gara determinata e concreta corsa da grande protagonista. Ottimo quarto posto per Lorenzo Savadori (Aprilia). Rompe subito gli indugi il quattro volte Campione del Mondo, attaccando e superando "MagicMike", con il gallese della Ducati che invece prende qualche metro di vantaggio sugli altri piloti che stanno lottando per il podio.