I fondatori di Instagram hanno lasciato la società

Regolare Commento Stampare

A questo si deve necessariamente aggiungere che viene considerato il social di riferimento per seguire vip e personaggi dello spettacolo: mentre Facebook resta più che altro uno strumento per rimanere in contatto con amici e conoscenti, Instagram è la finestra ideale per sbirciare nelle vite degli altri; soprattutto dei personaggi famosi.

Instagram ha raggiunto circa 30 milioni di utenti nel 2012, l'anno in cui è stato acquistato da Facebook.

"Stiamo pianificando di prenderci un po' di tempo libero per esplorare di nuovo con la nostra curiosità e creatività", ha affermato nella dichiarazione Systrom. Systrom, 34 anni, ha creato l'app nel 2010 con il 32enne Mike Krieger, che ha il titolo di "chief technical officer" quando erano studenti della Stanford University nella Silicon Valley. Dopo Jan Klum, cofondatore di WhatsApp acquistata da Facebook, che ha abbandonato il gruppo, adesso anche i due cofondatore di Instagram, entrata anch'essa nella galassia FB, se ne sono andati rassegnando le dimissioni dai loro ruoli.

Alla fine, è arrivata l'ammissione ufficiale di Kevin Systrom che, nel confermare le dimissioni immediate con uscita definitiva nelle prossime settimane, tramite un post nel proprio blog ufficiale, ha spiegato d'essersi trovato bene, negli ultimi 8 anni passati a gestire Instagram, anche grazie - negli ultimi 6 anni - all'apporto di Facebook. Il CEO e il CTO della piattaforma Mike Krieger e Kevin Systrom hanno deciso di lasciare la piattaforma. A supporto di questa ipotesi il fatto che Systrom avesse da poco confermato la propria presenza a due conferenze programmate per il 18 ottobre e il 13 novembre. E continua: "La possbilità di costruire nuove cose richiede che facciamo un passo indietro, che capiamo cosa ci motiva", senza fornire ulteriori informazioni. E nella frase sibillina di Systrom: "Siamo pronti per aprire il prossimo capitolo" si preannuncia uno scenario caldo in tempi brevi. "È stato un vero piacere lavorare con loro per sei anni, durante i quali ho imparato tantissimo. Auguro a entrambi il meglio e non vedo l'ora di vedere che cosa s'inventeranno di nuovo".