Papa Francesco rimuove il vescovo accusato violenza sessuale su una suora

Regolare Commento Stampare

Lo rende noto un comunicato pubblicato sul sito ufficiale della Conferenza episcopale indiana riguardo alle accuse di stupro rivolte al presule da una suora delle Missionarie di Gesù. Oswald Gracias, capo dell'episcopato indiano, sul sito della Conferenza episcopale. "Sono un cittadino rispettoso della legge", ha aggiunto. Franco Mulakkal, il vescovo di Jalandhar, accusato da una suora di ripetute violenze sessuali. Cristián Enrique Contreras Molina, O.de M. Al suo posto il Papa ha nominato Amministratore Apostolico sede vacante et ad nutum Sanctae Sedis il Rev.do Jaime Ortiz de Lazcano Piquer, Vicario Giudiziale di Santiago de Chile.

Un'accusa clamorosa che ha dato il via ad un vespaio in India tra critiche alla Chiesa cattolica, già minoritaria nel Paese, alla proposta di un organo governativo, la Commissione per le donne, di abolire addirittura il sacramento della confessione perché tale pratica potrebbe portare agli abusi e ai ricatti delle donne. Da quanto trapela dal team investigativo, sembra invece che le dichiarazioni della religiosa siano circostanziate e suffragate da prove. Entrambi i monsignori sono coinvolti in indagini per abusi. Da quasi due settimane esponenti di vari ordini religiosi manifestavano pubblicamente a Kochi, chiedendo giustizia. Con i due di oggi, sono sette i vescovi cileni ad essersi dimessi fino ad ora, dopo il vertice straordinario al quale il Papa li aveva convocati a Roma per affrontare lo scandalo della pedofilia che li aveva travolti. "Il silenzio delle autorità della Chiesa e la protezione di quanti commettono un crimine creano perdita di credibilità della Chiesa nella società". Il fronte della difesa registra pure il sostegno della superiora generale delle Missionarie di Gesù che ha rivelato di credere alla innocenza del vescovo, piuttosto che alle accuse della suora.