Moto2, ritirata la licenza a Fenati per il 2018

Regolare Commento Stampare

Intanto il caso Fenati continua a tenere banco nella carovana del Motomondiale, con i piloti, impegnati nel GP di Aragon, che si spaccano sulle misure da adottare nei confronti del marchigiano: da un lato Crutchlow, fermo sulla linea dura, dall'altro Dovizioso, Marquez e Rossi, pur confermando la gravità del gesto, difendono Fenati dall'accanimento mediatico subito in seguito all'episodio. Inoltre anche la Federazione Italiana aveva utilizzato il polso duro, revocando la licenza sportiva.

In seguito alla discussione con il pilota e il suo rappresentante, la FIM ha deciso di ritirare la licenza internazionale del signor Fenati fino al termine dell'anno in corso.

Si inasprisce la sanzione della Federazione Internazionale di Motociclismo (FIM) nei confronti di Romano Fenati, che sarà costretto a fermarsi fino al termine del 2018 per aver tirato il freno a Stefano Manzi a Misano, e perderà dunque sei Gran Premi e non soltanto due come era stato inizialmente stabilito dalla Steward Panel.

"A Fenati è stato chiesto di spiegare di persona il suo gesto sulla pista di Misano, che ha dato origine a molte reazioni estreme nei media e sulle piattaforme dei social media".

Durante l'incontro, i rappresentanti della FIM hanno sottolineato la profonda preoccupazione della Federazione per la sicurezza di tutti i motociclisti e gli altri partecipanti alle competizioni motociclistiche, sottolineando l'importanza del fair play nello sport motociclistico. "Una nuova licenza FIM per la stagione 2019 gli potrà essere concessa alle condizioni stabilite nei regolamenti FIM".