Quota 100, ecco a che età si potrà andare in pensione

Regolare Commento Stampare

Si sta ancora ragionando sull'opportunità di fissare un limite minimo anche di contributi, oltre che di età. E che consentirebbe a chi lo vuole di accedere anticipatamente alla pensione tramite il versamento volontario dei contributi. Attualmente la quota di contributi non versati ammonta a 11 miliardi di euro all'anno, ha calcolato l'Inps.

Pensioni, Quota 100 a 62 anni (+38 di contributi), flat tax e poi.

Proposte anche "la cedolare secca sui negozi al 21%, il taglio delle accise sulla benzina e il 100% del turn over per tutte le forze dell'ordine" mentre sarà "esclusa qualsiasi ipotesi di aumento Iva". E' stato precisato come questa novità per le pensioni non andrà a rivoluzionare totalmente l'attuale legge Fornero ma si porrà come una sorta di compromesso per tutti coloro che decideranno di andare in pensione prima. La proposta è quella di realizzare la quota 100, per far andare in pensione i lavoratori all'età di 62 anni con 38 anni di contributi. Intanto la proposta è ufficiale: la riforma delle pensioni con quota cento "sarà realizzata con misure di buon senso, compresa la pace contributiva nell'ottica di favorire l'aumento volontario della contribuzione da parte dei lavoratori", recita il comunicato di ieri della Lega.

La Flat tax è declinata "sulle aziende al 15%, vale per i regimi dei minimi fino a 65mila euro e poi per tutto il sistema imprese Ires al 15% in caso di reinvestimento, assunzioni, aumenti di capitale, cioè si incentiva lo sviluppo e investimenti privati in misura strutturale mentre con i regime dei minimi si semplifica la vita a una miriade di piccoli imprenditori e si invogliano anche i giovani ad aprire partita Iva Pace fiscale: si tratta di un insieme di misure per consentire a un largo numero di imprenditori di risolvere pendenze con il fisco". La Lega propone la pace contributiva. Sul tema infatti i partner di governo avrebbero trovato "un equilibrio", ha garantito qualche giorno fa il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro, sostenendo che ci sarebbero "tutte le condizioni" affinché l'esecutivo giallo-verde "vada speditamente al risultato". Quel che pare certo, secondo quanto riporta il Corsera è l'avvio di fondi aziendali per il ricambio generazionale. "Alla fine potrebbe essere questo il canale principale di uscita anticipata dal lavoro", scrive il Corriere della Sera.

Con le precedenti Manovre è stata infatti avviata la cosiddetta quota 41, la quale permette appunto il pensionamento di alcune specifiche tipologie di lavoratori precoci indipendentemente dall'effettiva età anagrafica. La mossa di Salvini.

Matteo Salvini non molla su quota 100 nella riforma pensioni. Slitterà in avanti di un anno anche la pensione anticipata, dopo gli anni di contributi passeranno da 42 10 mesi per gli uomini a 41 e 10 mesi per le donne rispettivamente, 43 e 10 mesi 42 e 10 mesi.

Se l'interessato non ha reddito, il familiare che lo ha fiscalmente a carico può detrarre il 19% dell'onere dalle imposte. Così il vicepremier Luigi Di Maio risponde ai cronisti che a margine dell'incontro con gli imprenditori di Assolombarda gli chiedevano se questa misura si potesse attuare subito.