Dimarco segna all'Inter e esulta, insulti sui social: "Non volevo offendere"

Regolare Commento Stampare

E sulla possibilità di fare rientro all'Inter, che in estate lo ha ceduto in prestito al Parma, Dimarco ha voluto chiosare: "Non so se il mio destino sarà di tornare in nerazzurro, in questo momento penso solo al Parma". Anche la prima gomitata è già condotta violenta, poi la testata e lo sputo.

Oltre ai mancati provvedimenti disciplinari nei confronti di Gagliardini e Stulac (entrambi avrebbero meritato il cartellino rosso per entrate killer), sono due i casi incriminati e hanno fatto gridare allo scandalo per aver ignorato l'utilizzo del Var e della moviola a bordo campo come da protocollo. Quest'anno 7 review Var in 35 partite. Dimarco? Ha fatto un gran gol. Non è nemmeno il primo se si congiungono i due spezzoni di torneo, quello passato (due sconfitte nel finale) e l'attuale (un pareggio col Toro in 180') a dimostrazione che gli affanni in materia di costruzione di gioco offensivo registrano un'inquietante continuità. Dobbiamo lottare ogni partita, partiamo non certo da favoriti contro certe squadre ma direi che ieri ce la siamo meritata. Non ho altro da aggiungere, non cerchiamo alibi, ma quelli che tanno lassù devono vedere. Però quel rigore che ci è stato negato è clamoroso (il riferimento è all'intervento di braccio di Dimarco, autore del gol vittoria degli emiliani, nella ripresa, ndr), lui tocca la palla e la manda via con il braccio, con il gomito. L'esultanza poco contenuta e Handanovic? Il gol era da annullare o almeno da rivedere al video.