Sette barchini con 184 migranti, si studia l'ipotesi di rimpatri lampo

Regolare Commento Stampare

E poi si è lasciato andare ad un bilancio: "Ho dimostrato che quello che dico lo faccio". Nelle ultime ore a Lampedusa sono sbarcati almeno 184 migranti suddivisi in 7 piccoli barchini: sono gli stessi intercettati da un aereo in ricognizione nel Mediterraneo che ieri Salvini aveva annunciato non avrebbe fatto entrare nei nostri confini. "Malta, per l'ennesima volta, ha scaricato il problema sull'Italia", è stato il comunicato rilasciato da fonti del Viminale. Una decina sono sbarcati solo questa mattina a bordo di una barchetta trainata da un motopeschereccio tunisino: i migranti, apparentemente in buone condizioni di salute, sono stati accompagnati all'hotspot dell'isola. Lo stesso Matteo Salvini, che nel frattempo si trova a Vienna per una conferenza con i suoi omologhi europei proprio sui temi della sicurezza e dell'immigrazione, ha confermato su Twitter di aver "contattato le autorità maltesi perché facciano il loro dovere, in caso contrario farò tutto il possibile perché i clandestini non sbarchino in Italia".

Il ministro ha anche sottolineato che non si trattava di "navi in difficoltà, questo è evidentemente traffico di esseri umani".

I sette barchini invece sono arrivati oggi, 14 settembre, al porto di Lampedusa. "Porti chiusi", assicura quindi Salvini.