Napoli, senti il nuovo Maksimovic: "Belgrado rovente, ma siamo forti"

Regolare Commento Stampare

L'allenatore azzurro, soddisfatto, ha commentato il match a Sky Sport: "Abbiamo fatto la partita che volevamo, anche se non a ritmi alti e ad un livello eccezionale: sin da subito abbiamo messo in campo l'idea di mettere i giocatori tra le linee, anche se abbiamo verticalizzato poco nella prima parte: meglio nel secondo tempo". L'ampiezza l'abbiamo cercata con Mario Rui e Callejon, mettendo Zielinski e Insigne più accentrati. Le indicazioni arrivate dal successo contro la Fiorentina, a propria volta alla prima sconfitta dopo due vittorie (mercoledì i viola recupereranno la gara contro la Sampdoria non giocata il 19 agosto) sono tutte o quasi incoraggianti per Ancelotti, in una partita già particolare per diversi motivi, visto che proprio con un ko contro i viola si concluse l'esperienza milanista del tecnico emiliano nel 2009 e visto che il sogno scudetto del Napoli dello scorso campionato era tramontato proprio a Firenze. "Dobbiamo stare attenti, perché può tornare". Il bacio ad Insigne?

Ti è piaciuto questo articolo? "Avere un giocatore con questa qualità al massimo della condizione è un vantaggio per noi". Non ha ancora giocato Fabiàn Ruiz che darà il suo contributo, ha giocato poco Rog che è un centrocampista straordinario, ha giocato Maksimovic che ha fatto una prestazione straordinaria. "Fare la formazione è abbastanza complicato". "Il girone è difficile, cerchiamo di cominciarlo bene".