Mattarella: 'la UE assicura vantaggi a tutti. Ho idiosincrasia verso i nazionalismi'

Regolare Commento Stampare

"Bisogna farlo in tempi rapidi, con assoluta trasparenza, con il massimo di competenza". Lo scrive il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un intervento pubblicato su La Stampa e sul Secolo XIX. Con unità di intenti e visione lungimirante. Il Presidente della Repubblica sottolinea come Genova sia stata capace "di non cadere nella disperazione" e proprio per questo esorta tutti, Istituzioni in primis, ad approvare "provvedimenti che sostengano l'impegno dei cittadini, delle imprese, del mondo del commercio e dell'economia" della città ligure così duramente colpita.

"Quella stessa solidarietà, alta, responsabile, coraggiosa, disinteressata, che ha caratterizzato i genovesi e i soccorritori", afferma il presidente della Repubblica, è "la chiave di volta per superare la condizione che si è creata".

E "serve un impegno collettivo, nazionale e locale, pubblico e privato", aggiunge Mattarella nel suo intervento, "ricostruire è un dovere". Il commissario per la ricostruzione dopo il crollo del Ponte Morandi di Genova sarà nominato "entro dieci giorni dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale con un dpcm", quindi è possibile che arrivi "entro 15 giorni". Così Roberto Ferrazza, presidente della commissione ispettiva istituita dal ministero delle Infrastruttura e dei Trasporti per fare luce sulle cause del crollo della campata centrale del ponte Morandi. Si tratta, ha spiegato anche a chi ha criticato in passato la presenza italiana in una missione malvista da Mosca, di una testimonianza di "solidarietà con Paesi amici e alleati per mettere in comune la sicurezza", all'interno della Ue e dell'Alleanza atlantica.

Parlando della "crescente" integrazione europea dal Secondo Dopoguerra, il capo dello Stato ha detto, nel corso di un discorso durante la sua visita in Lettonia, che "lo spirito è stato quello di abbandonare il passato, mettendo insieme il futuro degli europei". "Bisognerà lavorare ancora sul posizionamento e ribaltamento delle macerie, considerando che c'è stata una rottura che ha provocato un movimento della struttura non equilibrato".