Lazio, Inzaghi: "Comincia un ciclo durissimo, ma stiamo bene"

Regolare Commento Stampare

"Ma serve di andare anche oltre". La squadra ha fatto tre buone partite sotto quell'aspetto.

Durante la consueta conferenza stampa di vigilia l'allenatore dell'Empoli, Aurelio Andreazzoli, che domani affronterà la Lazio di Inzaghi, ha commentato la sfida ricordando anche i trascorsi sulla panchina giallorossa e il suo passato alla Roma. "E' un giocatore che ci aiuterà, vediamo se domani inizierà dall'inizio ma mi ha soddisfatto appieno".

3000 LAZIALI - "In questi due anni e mezzo siamo sempre stati accompagnati dalla nostra gente, per noi hanno una grande importanza". "I dati dicono che stiamo bene, a livello fisico la squadra c'era già prima della interruzione, chiaro che dobbiamo ancora crescere". Normale che manchi un po' di brillantezza, ma sono contento dell'ultima gara in particolare. Ora si devono rituffare nel campionato e avranno ancora più voglia di dimostrare la loro voglia di far bene. In loro nutro tanta stima e fiducia: "hanno fatto la differenza e continueranno a farla".

TANTE PARTITE - "Si, comincia un ciclo terribile". Dovrò essere bravo a interpretare le scelte. "Sono felice dell'obiettivo che abbiamo raggiunto". Domani si faranno sentire. Con il Frosinone sono stati magnifici. Infine Inzaghi fa il punto sugli infortunati: "Berisha ha ricominciato a lavorare in campo, il ragazzo ha avuto un infortunio gli ultimi giorni di Auronzo, poi una ricaduta". Ci hanno spinto col Frosinone nonostante lo 0-0 del primo tempo. Procediamo con cautela e vediamo di giorno in giorno le sensazioni del ragazzo. Luiz Felipe sta seguendo il protocollo, vedremo la prossima settima come reagirà il muscolo. "Lukaku? Ci vorrà un pochettino più di tempo".