Inter, Spalletti: "Il rigore era clamoroso ma dobbiamo fare di più"

Regolare Commento Stampare

L'Inter li ha falliti entrambi, uscendo sconfitta contro il Parma e perdendo D'Ambrosio.

INFORTUNATO D'AMBROSIO - Il problema fisico di D'Ambrosio, sostituito da Asamoah, crea un'allarme in vista del Tottenham considerando che anche Vrsaljko è acciaccato.

Sull'andamento della partita, il tecnico toscano fatica a trovare le parole: "Volevamo vincere, non ci siamo riusciti perché quando le cose devono andare male, vanno male, però ritrovarsi con due sconfitte dopo quattro partite è pesante, non possiamo trovare scuse o motivazioni, dobbiamo fare di più". L'Inter risponde al 55' con una doppia occasione di Perisic e Nainggolan, ma sulla conclusione a botta sicura del belga è provvidenziale la respinta proprio del neo entrato Dimarco sulla linea di porta. Rigore? Non so come funziona il VAR, ma appena me lo hanno fatto rivedere ho notato che era clamoroso non dare il rigore.

NESSUNA PRESUNZIONE - Spallettiprova ad analizzare i motivi dell'inizio di campionato difficile: "Non c'è presunzione che crea differenze di rendimento, sono ragazzi moderati nel modo di fare". Dobbiamo fare di più. A volte si fa un po' di confusione come nella ripresa per il tentativo di metterci qualcosa di più. Politano sembrava non ce la facesse eppure lo abbiamo messo fresco nel secondo tempo. Quell'atteggiamento lì dipende anche dal voler fare qualcosa di più e poi gli avversari trovano dei vantaggi. I nerazzurri continuano a spingere ma al 79' arriva la doccia fredda del gol del Parma firmato dallo stesso Dimarco con una rasoiata di sinistro dalla grande distanza. "E' qualcosa a livello di tensione che se la sente addosso e viene limitato, crampi per tensione anche oggi e non è scarsa condizione".