Terni, vanno alla cena ‘salutare’: quattro donne in ospedale con la salmonella

Regolare Commento Stampare

Salmonella: ritirate uova fresche dal mercato perché contaminate.

Le uova interessate sono solo quelle con scadenza minima 11 settembre 2018 al 07 ottobre 2018.

Il ministero ha disposto il ritiro immediato dal commercio del lotto interessato dal richiamo raccomandando, inoltre, a chi avesse già acquistato il prodotto di non consumarlo e riportarlo subito in negozio. La malattia si manifesta con disturbi del tratto gastrointestinale quali dolore addominale, nausea, vomito e diarrea spesso accompagnati da febbre.

E' di qualche giorno fa la notizia di una brutta esperienza vissuta da cinque donne che, dopo aver cenato nello stesso posto nell'ambito di un festa di paese, si sono ritrovate a dover ricorrere all'ospedale di Terni dove sono ora ricoverate.

5 ragazze a Terni sono state colpite dalla salmonella dopo una cena "salutista": ironia della sorte, una serata all'insegna del mangiar sano è terminata con il ricovero presso l'azienda ospedaliera di Colle Obito di Terni, e dopo gli esami in due delle ragazze che hanno lamentato i malori, c'è una quasi assoluta certezza che anche le altre siano affette dallo stesso problema. Come spiegato dal Ministero, il batterio era stato rilevato in seguito ad analisi di autocontrollo "in esecuzione del piano salmonellosi nazionale negli avicoli 2016-2018".

I sintomi di un'infezione da salmonella possono presentarsi tra le 6 e le 72 ore dal consumo dell'alimento contaminato e possono durare anche una settimana. I principali serbatoi dell'infezione sono rappresentati dagli animali e i loro derivati come carne, uova e latte consumati crudi o non pastorizzati oppure da acqua contaminata. Nella maggior parte dei casi la malattia ha un decorso benigno e non richiede l'ospedalizzazione.