Svezia senza maggioranza. L'estrema destra avanza ma non sfonda

Regolare Commento Stampare

Il partito di governo si attesta al 28,3%, in calo di 2,6 punti percentuali rispetto alla tornata del 2014, punito dal peso della politica migratoria del Paese che ha accolto circa 160mila richiedenti asilo nel 2015.

"È tempo che gli altri partiti si prendano le proprie responsabilità e inizino a parlare con noi", ha dichiarato Mattias Karlsson, capogruppo dei Democratici Svedesi in Parlamento, che alle legislative del 2014 si era fermato al 12,9%. Il blocco di sinistra ha ottenuto il 40,6% dei voti contro il 40,3% della coalizione di opposizione di centrodestra, noto come Alleanza.

I socialdemocratici del premier Stefan Löfvensembrano, infatti, hanno limitato l'avanzata prevista della destra più radicale che, comunque, non ha sfondato la quota del 20%.

C'è incertezza ora sulla formazione dell'esecutivo, il successo del partito anti Ue rende difficile a chiunque governare. La Svezia ha normalmente un tasso di affluenza alle urne elevato, intorno all'86%. "Una cosa è certa, nessuno ha una maggioranza, quindi è naturale iniziare una collaborazione tra i partiti", ha detto il leader dei socialdemocratici, che vuole guidare il paese fino alla formazione di un nuovo governo. Un deciso, e molto atteso, passo avanti rispetto a quello già raggiunto nel 2014 quando Akesson trascinò il suo partito dal 6 al 13 per cento.

Alle elezioni in Svezia per rinnovare la Riksdag, la camera unica del Parlamento, hanno vinto i partiti tradizionali e moderati di centrosinistra e centrodestra, che però hanno preso meno voti rispetto alle precedenti elezioni a favore degli Svedesi Democratici - il principale partito svedese di estrema destra - e di molti partiti minori, tra cui La Sinistra, che rappresenta quello che resta del partito comunista svedese.

Lofven - che al momento è al governo con una coalizione di minoranza - ha detto che non intende dimettersi e invita al dialogo il centrodestra per formare un "governo forte" in grado di arginare gli estremismi. Un partito con radici naziste non potrà mai offrire nulla di responsabile. "Faranno solo aumentare le divisioni e l'odio".

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.