Eboli, si taglia con cassetta frutta: muore di tetano a 80 anni

Regolare Commento Stampare

La vittima è una donna ottantenne di Eboli.

Sembrava una ferita innocua, e invece si è rivelata fatale per una donna di 80 anni di Eboli, nella provincia di Salerno, deceduta a causa del tetano dopo 45 giorni di agonia. Nessun elemento lasciava presagire la tragedia. Dopo il taglio alla gamba la donna si era medicata in casa. Disinfettata e fasciata la ferita, il dolore e la cicatrice sarebbero svaniti presto.

Il calvario della 80enne è cominciato soltanto due settimane dopo, quando la donna ha cominciato ad avere difficoltà a deglutire e ad accusare improvvise contrazioni al viso. Dall'ospedale S.Maria Addolorata è iniziata la corsa contro il tempo per cercare siero antitetanico tra ospedali e distretti dell'Asl di Salerno. Ricoverata la Pronto Soccorso del nosocomio ebolitano, la donna è stata sottoposta agli esami clinici del caso che hanno individuato l'origine dei problemi di salute: il tetano. Chiarita la malattia, i sanitari hanno avviato la cura. Dopo un mese di ricovero in rianimazione e di cura, però, la paziente è deceduta.